SBiM2016, 3 giornate promosse da Fab dedicate a Sport e Salute

SBiM2016, 3 giornate promosse da Fab dedicate a Sport e Salute

20.000 partecipanti all’evento e tutto esaurito al convegno medico-scientifico

Si chiude anche quest’anno la palestra a cielo aperto di SBiM – Sport Benessere in Movimento, la manifestazione gratuita promossa da Fab che unisce attività fisica, prevenzione, medicina e sani stili di vita, che nel 2016 ha festeggiato la sua seconda riuscitissima edizione.

Quasi 20.000 le persone coinvolte nelle giornate del 22, 23 e 24 settembre nella splendida Piazza D’Armi a Torino, per una tre giorni in cui i visitatori hanno potuto cimentarsi in ben 30 discipline sportive, distribuite su altrettanti campi-prova e accompagnate da attività di fitness, lezioni di yoga, attività di orientamento sportivo per i bambini, trattamenti shiatsu e visite mediche gratuite di prevenzione a bordo del nostro Camper per la Salute.
Le scuole sono state le protagoniste delle prime due giornate, il sabato, invece, è stato dedicato soprattutto alle famiglie, per una bella giornata all’aria aperta.

Ambasciatore dell’evento è stato, anche in questa seconda edizione, Alessandro Del Piero che all’interno del suo spazio polifunzionale ADPLOG, sito in Via Piero Gobetti 10, nel cuore di Torino, ha ospitato la conferenza stampa di presentazione di SBiM 2016.

Leggi anche: Grande partecipazione alla Conferenza Stampa SBiM2016

Insieme all’amatissimo calciatore, riconfermata anche la partecipazione del testimonial Marco Berry, celebre mago e uomo di spettacolo torinese da sempre sensibile ai temi dello sport e dell’inclusione.
Fiore all’occhiello di questa edizione, il convegno dal titolo “First Advanced Wellness Studies“, andato in scena la serata di giovedì 22 settembre alla Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di Corso Galielo Ferraris a Torino.
Per la prima volta in Italia, un evento dalla formula innovativa, che ai contenuti del convegno medico tradizionale ha unito gli elementi tipici di un talk-show. A parlare sul palco, grandi luminari ed esperti del mondo della nutrizione, dello sport e della medicina come, ad esempio, il celebre Professor Giorgio Calabrese, Mauro Laus – Presidente del Consiglio Regionale del Piemonte e tanti altri. Alla guida, due moderatori d’eccezione: il celebre show man torinese Marco Berry e Luciano Gemello, fondatore e Direttore Generale dei centri fitness Palestre Torino e Docente Universitario presso la Facoltà di Scienze Motorie di Torino.

Leggi anche: Un successo il convegno medico-scientifico promosso da Fab

“Siamo davvero contenti! Vedere una così grande partecipazione, – ha affermato un’emozionata Alberta Amazzone organizzatrice ed ideatrice della manifestazione – godersi lo spettacolo di tanti bambini che si divertono insieme affrontando al contempo i temi dell’inclusione sociale e di un sano stile di vita, ripaga di tutti i nostri sforzi. L’idea di questa manifestazione è nata dalla volontà di fare qualcosa per la gente, qualcosa che coinvolgesse il maggior numero di persone.
La partecipazione è completamente gratuita, pertanto desidero ringraziare chi ci ha sostenuto, dal punto di vista economico e non solo. Grazie quindi a FAB – Fondo Assistenza e Benessere, cuore pulsante nell’organizzazione, Biver Banca, CrAsti, Oasi Medica, Zenit, Mario Senza Glutine, Zenzero Diet, Es – Istituto Medicina Integrata, Decathlon, Matrix, Lauretana, PrimaRadio (radio partner dell’evento), tutte le associazioni sportive, le istituzioni che ci hanno supportato, e ai nostri volontari.”

La manifestazione è stata realizzata grazie ai promotori: FAB – Fondo Assistenza e benessere, CPD – Consulta delle Persone in Difficoltà, CIP Piemonte – Comitato Italiano Paralimpico, Sportdipiù e Vol.To – Volontariato torinese, le collaborazioni con CUS Torino, ADPLOG, e il patrocinio di CONI Nazionale e MIUR Regionale, sotto l’importante cappello del “Consiglio degli Stati Generali dello Sport”.

Non serve addentrarsi nelle statistiche che mettono in luce l’abbattimento delle spese per la sanità nel caso in cui tutti gli italiani praticassero un’attività fisica. E non serve neppure esplorare i tecnicismi delle singole discipline; è bastato passare in Piazza D’Armi anche pochi minuti negli ultimi tre giorni per rendersi conto del valore sociale di questa manifestazione che unisce sport (per tutti e gratis), prevenzione, salute, nutrizione e inclusione.

Share on LinkedIn0Tweet about this on TwitterShare on Facebook0