Le proprietà delle spezie

Le proprietà delle spezie

Spezie ed erbe officinali in cucina

Vuoi cucinare in modo leggero ottenendo portate gustose e appaganti?
Abbiamo un asso nella manica da condividere con te: erbe e spezie sono importanti alleate in cucina, non solo per le straordinarie proprietà aromatizzanti, ma anche per le loro funzioni medicinali.

Per illustrartele al meglio abbiamo deciso di parlarne con la nutrizionista Ilaria Goria, che collabora con Fab SMS, e che ci ha spiegato le tante importanti qualità delle principali spezie utilizzate in cucina.
Per scoprirle prosegui nella lettura!

Dott.ssa Goria, spesso chi si avvicina a una dieta deve ridurre la quantità di sale che utilizza per condire le pietanze. Quali alternative suggerisce in questi casi?
«Il mio consiglio è senz’altro quello di avvalersi di erbe e spezie, che vantano caratteristiche aromatizzanti e conservative e sono, inoltre, ricche di proprietà benefiche: già nell’antichità, infatti, erano ampiamente utilizzate in cucina ed erano ritenute importantissime per la cura della salute».

Può illustrarci, in maniera semplice e sintetica, la loro valenza terapeutica?
«Con piacere. Faccio riferimento alla “Nutraceutica”, scienza che unisce nutrizione e farmaceutica nell’ottica di indagare le caratteristiche benefiche nascoste negli alimenti, non riconducibili alla semplice tabella nutrizionale riportata sulle etichette. Erbe e spezie contengono importanti principi attivi che sono prodotti dalla pianta per difendersi dagli agenti patogeni.
Esse contengono, per esempio, olii essenziali antisettici che potrebbero rappresentare una valida soluzione per combattere le infezioni, riducendo l’utilizzo di antibiotici: una risorsa davvero preziosa, specialmente alla luce dell’allarme dato dall’OMS in questi giorni sulla sempre più diffusa resistenza dei batteri alla Penicillina».

Vorrebbe accompagnarci alla scoperta delle funzioni delle spezie di più comune utilizzo in cucina citandoci le proprietà più interessanti?
«Come dicevo poco fa’ erbe e spezie sono un vero e proprio toccasana per il nostro benessere e sintetizzarne i benefici non è semplice. Alcune proprietà sono oramai note: ultimamente, per esempio, si parla sempre più spesso della curcuma in relazione alla sua funzione antinfiammatoria, mentre salvia e zenzero sono noti per la loro funzione digestiva. Non tutti, invece, sanno che il coriandolo è un buon rimedio per le coliche addominali o che lo zafferano potrebbe ridurre l’insorgenza di patologie degenerative».

A seguire un elenco che la dott.ssa Goria ha voluto condividere con noi per riassumere le più importanti proprietà di erbe e spezie.

    • Alloro: può avere un’azione digestiva, carminativa, espettorante e antinfiammatoria
    • Aglio: oltre ad essere ipotensivo ha un elevato potere digestivo in casi in cui non sia presente un reflusso gastroesofageo; vanta, inoltre, una funzione espettorante che lo rende particolarmente utile nei mesi invernali
    • Basilico: contiene ferro, calcio, potassio, vitamina A, folati e vitamina C, drena i liquidi corporei e migliora la funzionalità digestiva
    • Cannella: antisettica e digestiva è usata nella cucina del Nord Europa anche per le sue proprietà carminative
    • Coriandolo: molto utilizzato nella cucina del Sud America è un buon rimedio naturale contro coliche addominali, difficoltà digestive e gonfiore
    • Curcuma: è una delle spezie più studiate negli ultimi anni per le sue proprietà antitumorali grazie alla presenza di curcumina, che agisce mediante meccanismi antinfiammatori e antiossidanti. La curcuma rende, inoltre, la pelle più luminosa e sana
    • Salvia: ricca di calcio, potassio, vitamina A è ipoglicemizzante e digestiva
    • Peperoncino: ricco in provitamina A e vitamina C è fonte di vitamina B2, B3 e potassio. Oltre ai già noti benefici per l’apparato cardiovascolare e la circolazione del sangue vanta proprietà antisettiche, digestive, migliora la salute della pelle e delle mucose, protegge le cellule dallo stress ossidativo. Inoltre, secondo studi recenti, contribuisce a ridurre il senso di fame
    • Zafferano: è un forte antiossidante, analgesico e potenzia la risposta immunitaria, utile per i reumatismi e la gotta; recenti studi stanno dimostrando una sua azione protettiva sul cervello e sulla memoria con una potenziale riduzione del rischio di insorgenza delle patologie degenerative
    • Zenzero: vanta un potere digestivo e antinfiammatorio, utile per ridurre la nausea soprattutto se associato ad acqua tiepida e limone.
Share on LinkedIn0Tweet about this on TwitterShare on Facebook26